Tanti saluti agli Xserve: esce di scena a gennaio 2011

xserve

Proprio così: dal 31 gennaio 2011 gli Xserve saranno ritirati dal mercato. E non si tratta di un rumor, ma è la stessa Apple a renderlo noto sulla pagina del prodotto con questo avviso:

ByeBye Xserve

Rimarrà totalmente supportato a livello di assistenza e software (almeno per il momento), ma si è ormai innescata la fine per questo prodotto nato nel 2002. Personalmente non mi era mai capitato di imbattermi in un Xserve, eppure immagino che se è rimasto in vita per 8 anni sicuramente avrà avuto un mercato. Di nicchia, ma lo avrà avuto.

A giudicare dai recenti sviluppi, di anno in anno aumentano i prodotti dell'offerta Apple, ma per un iPad ed un MacBook Air 11" che entrano, un Xserve esce. Solo l'ennesima conferma che il mercato che fa i numeri importanti è quello consumer.

[AGGIORNAMENTO] Di contro Apple ha presentato anche una nuova variante del Mac Pro dalla vocazione server. Ancora non si vede nello store italiano, ma dovrebbe essere aggiornato forse nella notte. Il modello è simile a quello base, ma ha 8GB di RAM invece che 3GB, 2 HDD da 1TB invece che uno (grazie Alberto) e viene venduto con la versione Server di Mac OS X. Queste tre differenze (apparentemente le uniche) fanno salire il prezzo di $500. Ma la macchina non può essere vista come una reale sostituta dell'Xserve in quanto non è ovviamente adatta ai Rack.

macpro_server

[MESSAGGIO SPECIALE] ecco il secondo indizio per vincere una licenza di Prizmo (regolamento).

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram