Un piccolo ma fondamentale aggiornamento per il nuovo Growl

Da quando Growl è approdato sul Mac App Store molti mi chiedono se valga la pena spendere 1,59€ o rimanere con la versione precedente e gratuita che continua a funzionare regolarmente. A prescindere dal fatto che si voglia o meno supportare il progetto con questa cifra, tutto sommato esigua, di norma ho sempre detto di no per il semplice motivo che la nuova versione 1.3 cambia radicalmente approccio e invece di stare nelle preferenze si lancia come una applicazione separata. Questo non è un grosso impedimento infondo, mentre è piuttosto fastidioso avere l'icona nella barra dei menu sempre attiva senza poterla disattivare. Solo per questo ho sempre detto: rimanete alla vecchia versione.

Evidentemente però sono stati veramente molti a lamentarsi di questo problema, tant'è che è stato appena rilasciato Growl 1.3.1 che ha come principali miglioramenti:

  • Growl viene eseguito in background senza mostrare l’icona o con l’icona nel Dock e/o Menu. Come richiesto dagli utenti.
  • La finestra di raggruppamento notifiche può essere mostrata su richiesta, o essere disabilitata. Anche questo su richiesta degli utenti.
C'è una nuova tendina dove poter impostare la non visualizzazione di nessuna icona e, finalmente, Growl continua ad essere invisibile ma funzionale, così come lo era da principio.

growl

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram