In arrivo la D7200: Nikon potrebbe trasformarla nell'erede della D300s?

nikond7200

Da qualche tempo si mormora che a gennaio Nikon presenterà la D7200, erede dell'ottima D7100 (recensione). The New Camera ha preso tutte le indiscrezioni più accreditate ed ha creato una tabella di confronto tra le due, andando ad evidenziare le principali differenze del nuovo corpo. La prima miglioria emerge sul processore d'immagine, che invece di essere l'Expeed 3 sarà la versione 4b, ovvero notevolmente più veloce. Principalmente grazie a questo la D7200 potrà arrivare a registrare video in FullHD fino a 120fps, potendo di fatto creare degli ottimi slow-motion (e sarebbe la prima reflex a raggiungere questo traguardo). Anche la raffica aumenterebbe, salendo da 6fps ad 8fps. Nessuna novità di rilievo per il sensore, sempre un APS-C da 24,1MP realizzato da Sony, ma aumenta la sensibilità, che potrà essere estesa da 50 a 51200 ISO. Altra caratteristica interessante riguarderà il motore di messa a fuoco. Questo era già molto avanzato con i suoi 51 punti AF, ma nella D7200 potrebbe arrivare un nuovo modulo da ben 72 punti, di cui 39 a croce. Mirino e display saranno sostanzialmente invariati, mentre ci sono notizie discordanti rispetto il corpo. La cosa più prevedibile è che rimanga lo stesso della D7100, magari con quale modifica minore, ma non sarebbe male se Nikon si decidesse a portarlo un gradino sopra per raccogliere l'eredità della D300s e competere ad armi pari con la nuova APS-C top di gamma di Canon, ovvero la 7D Mark II (recensione).

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram