Netflix pronta ad aprire in Italia: costi e dettagli dell'offerta

Dopo la conferma ufficiale dell'approdo di Netflix in Italia il prossimo ottobre, arrivano alcuni dettagli più specifici sull'offerta da Hunt, il Chief Product Officer intervistato da Wired. Il pacchetto base costerà 7,99€ al mese ed offrirà accesso da un solo dispositivo per volta con contenuti in SD (richiesta banda tra 0,5 e 1,5 Mbps). Il successivo è quello probabilmente più interessante, visto che a 9,99€ consente l'uso simultaneo da 2 dispositivi e lo streaming in Full HD (ci vuole una banda da 3 a 7 Mbps). Infine, con 11,99€ si potrà godere del 4K (ovviamente solo con i contenuti realizzati per quella risoluzione) e la visualizzazione contemporanea sarà possibile da 4 dispositivi (almeno 15 Mbps di banda). La cosa interessante è che si potrà cambiare l'abbonamento mese per mese, passando ad un profilo più economico o più costoso in base alle proprie necessità. Hunt ha anche sottolineato l'efficienza dell'algoritmo di Netflix, che consente allo streaming di adattarsi alla banda disponibile momento per momento, senza mai interrompersi.

netflix-italia

Il supporto al nuovo servizio sarà immediatamente disponibile sulla maggior parte delle smart TV prodotte da 18 mesi ad ora, ma sarà anche presente su alcune console (Xbox 360 e One, Playstation 3 e 4, Wii e Wii U), nonché su Apple TV, FireStick e Chromecast. Per quanto riguarda il palinsesto ci sono ancora poche certezze, ma pare proprio che alcune serie Cult, come House of Cards e Orange is the New Black, non saranno presenti a causa della cessione dei diritti in Italia ad altre piattaforme. Il catalogo dovrebbe comunque essere molto ricco e comprendere film e serie TV di assoluta rilevanza e qualità (Bloodline, DareDevil, Narcos, Sense8 ed altre). Tutti i contenuti saranno disponibili in lingua originale e con audio alternativo, qualora siano stati acquisiti i diritti sul doppiaggio, e non mancheranno i sottotitoli.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram