Sigma presenta il 20mm f/1,4 Art: il più luminoso tra i grandangoli spinti

Questa estate ho comprato un Sigma 24mm f/1,4 Art. Ho già avuto il 35mm della stessa linea (obiettivo eccezionale) e su APS-C non c'è niente di meglio del 18-35mm f/1,8 (recensione), per cui l'ho acquistato andando a colpo sicuro. Non sono riuscito ancora a recensirlo perché l'ho adoperato esclusivamente in ambito video per il momento, ma prima o poi lo farò. Scegliendo il 24mm mi sono un po' "piegato" a ciò che offriva il mercato, nel senso che avrei preferito una focale leggermente più grandangolare per i miei scopi. Dopo svariate ricerche ho scoperto che con quella luminosità non esisteva nulla sotto i 24mm. Da oggi non è più così, perché Sigma ha presentato il 20mm f/1,4 Art DG HSM, ovvero l'obiettivo f/1,4 più grandangolare che esista.

sigma-20mm-art

L'obiettivo presenta tutte le caratteristiche di questa linea, per cui ottima costruzione, design pulito, ampia ghiera per la MAF e finestrella con le distanze focali. Sul piano ottico prevede 15 elementi in 11 gruppi, con due lenti F Low Dispersione e ben cinque Special Low Dispersion per ridurre le aberrazioni, più trattamento antiriflesso contro flare e ghosting. Il diaframma è a 9 lamelle circolari per uno sfocato morbido e piacevole ed è compatibile con il Dock Sigma per programmarne il funzionamento e correggere eventuali problemi di front/back-focus. È ovviamente un obiettivo per Full Frame (su APS-C diventa un 30mm) e sarà disponibile con attacco Nikon, Canon e Sigma a partire da novembre 2015. Il prezzo inglese per la prima lente 20mm f/1,4 esistente è di £850 (tasse incluse), che corrispondono più o meno a 1150€. Non sarebbero assolutamente tanti, ma negli store USA è già in preordine a $899 (tasse escluse), quindi c'è la speranza che sia leggermente più economico in Italia. Una curiosità è che sarà venduto anche un tappo in metallo opzionale (codice prodotto LC907-01).

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram