Le trattative fra Apple e i canali televisivi si sarebbero arenate

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Christian Franceschini, Carlo Vigano.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

screen-shot-2015-11-24-at-1-08-19-pm

Apple avrebbe interrotto le trattative per portare sulla Apple TV i canali televisivi tradizionali, almeno secondo quanto riporta il quotidiano finanziario Bloomberg. Il servizio, che era stato rumoreggiato ancor prima del lancio del nuovo dispositivo e che, peraltro, avrebbe dovuto esserne una killer feature, potrebbe non vedere mai la luce a causa delle richieste dei colossi del broadcasting che vorrebbero che il canone di abbonamento mensile fosse ben superiore ai $30 - $40 prefissato da Cupertino per un pacchetto di 14 canali. L'amministratore delegato di CBS ha dichiarato a Bloomberg di aver raggiunto un accordo con Apple per un canone di $35/mese, ma che l'azienda sarebbe tornata sui suoi passi all'ultimo minuto per mettere in pausa il progetto. Le difficoltà, insomma, potrebbero essere insormontabili e far naufragare il progetto ancor prima del suo varo. Nel frattempo, ci si può consolare con le serie TV di Netflix o con le app concorrenti o sviluppate in proprio dai vari canali televisivi per lo streaming dei propri programmi, anche se le principali italiane (Sky Online, Infinity, ecc..) non sono ancora disponibili su tvOS.

Elio Franco

Editor - Sono un avvocato esperto in diritto delle nuove tecnologie, codice dell'amministrazione digitale, privacy e sicurezza informatica. Mi piace esplorare i nuovi rami del diritto che nascono in seguito all'evoluzione tecnologica. Patito di videogiochi, ne ho una pila ancora da finire per mancanza di tempo.