Nuove Fujifilm X-E2S ed X70, la piccola X100 con 28mm f/2,8

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Francesco Sframeli, Manuel Riguer, Mirko Contarino, Carlo Vigano, Alessio Soraci, Andrea Aleni, Gabriele Carmina.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

xe2s

Insieme alla top di gamma X-Pro2 Fujifilm ha presentato diverse novità, una delle quali è la X-E2S, lieve aggiornamento della X-E2. In sostanza è stata migliorata l'ergonomia con una impugnatura ridisegnata, introdotto l'Hybrid AF a 77 punti con funzionalità di tracking (come quello di X-T10 ed X-T1), otturatore elettronico da 1/32000 accoppiato a quello meccanico, ISO fino a 51200 e nuova interfaccia grafica. Disponibilità prevista per febbraio 2016 al prezzo di 720€ per il solo corpo o 1020€ in kit con il 18-55 f/2,8-4. Da notare che alcune cose, come la UI appena citata ed un miglioramento delle performance, arriveranno il 4 febbraio anche sulle attuali X-E2 con l'aggiornamento firmware 4.0, che conferma l'ottima attenzione di Fujifilm per i propri clienti.

x70

Novità che personalmente apprezzo anche di più è la Fujifilm X70, che potremmo considerare come la sorella minore della X100. È decisamente più piccola e leggera, in parte anche grazie alla rinuncia del mirino (ma c'è il VF-X21 opzionale che si installa sulla slitta superiore). Monta un obiettivo Fujinon equivalente 28mm f/2,8 (fuoco minimo a 10cm), realizzato con sette elementi in cinque gruppi, lenti asferiche ad alte prestazioni, rivestimento anti-riflesso e diaframma a 9 lamelle. La focale sembra perfetta per la street, ambito in cui questa fotocamera può davvero eccellere. Dispone infatti anche di un pratico display da 3" articolato e touchscreen, capace sia di inclinarsi verso l'alto che verso il basso, caratteristica che la rende molto discreta nello scatto unita alle dimensioni compatte di 112 x 64 x  25,9 mm (340g il peso).

x70-display

Il sensore è proprio lo stesso X-Trans II APS-C da 16MP della X100T, con sensibilità da 200 a 6400 ISO espandibile a 51200. Anche qui è stato inserito l'otturatore elettronico da 1/32000 in aggiunta a quello meccanico (che si ferma a 1/4000) e il nuovo Hybrid AF a 77 punti per rilevamento di fase con tracking dei soggetti. Molto interessante il teleconverter digitale, attivabile rapidamente con la ghiera sul barilotto, il quale consente di passare a 35 o 50mm equivalenti (da verificare la resa, visto che in realtà si tratta di un crop). Non manca il Wi-Fi per il controllo remoto ed alcuni accessori dedicati come il paraluce (incluso), la custodia in pelle BLC-X70 o il convertitore grandangolare WCL-X70 che trasforma l'obiettivo in un 21mm.

x70-tasca

Piccola ma con ottima costruzione, bella e controlli manuali, la X70 promette decisamente bene. Sarà disponibile da febbraio 2016 al prezzo di 720€ e mi auguro di poterla provare prima possibile.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram