Ecco la Canon G7 X II, ovvero la G7 X senza i problemi della precedente

Quando ho provato la Canon G7 X (recensione) ho dovuto, mio malgrado, segnalare diversi punti negativi. Tra i più rilevanti c'erano la lentezza operativa, in particolare nella raffica, la ghiera frontale che procedeva a scatti (non adatta al manual focus), lo schermo non inclinabile verso il basso e la ridotta autonomia. È stata la prima Canon compatta con sensore da 1" ed è anche la prima di queste a ricevere un aggiornamento.

canon-g7x-ii

La G7 X Mark II è stata presentata oggi è la più importante novità è probabilmente il processore DIGIC 7, che garantisce una avanzamento molto rilevante in termini di velocità, compresa la raffica che ora sale a 8fps in RAW (prima erano solo 2). Il sensore rimane il medesimo, sempre di manifattura Sony, così come il pratico obiettivo equivalente 24-100mm f/1,8-2,8 stabilizzato.

canon-g7x-ii-retro

Grazie al nuovo processore, Canon dichiara miglioramenti anche nell'AF, specie nel rilevamento dei volti ed inseguimento. Anche la limitazione sullo schermo è stata risolta ed ora può sia essere ribaltato in alto di 180° che in basso di 45.

canon-g7x-ii-trop

La ghiera frontale ha l'opzione clickless e la durata della batteria è stata migliorata del 25%. Insomma, tanti degli aspetti negativi sono stati effettivamente risolti ed è stato anche aggiunto un piccolo grip senza aumentare gli ingombri, in quanto rientra nella sporgenza dell'obiettivo chiuso. Tutte le altre caratteristiche rimangono sostanzialmente invariate, compresa la presenza di Wi-Fi ed NFC (che speriamo offrano però maggior controllo remoto). Tante cose rendono questo modello molto più completo e godibile, mentre il prezzo rimane più o meno simile con un listino di 699€ e disponibilità da maggio 2016.

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram