Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Roberto Manfredi, Giuseppe Pintore.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Come molti di voi ho acquistato l'iPhone 7 al day one, ma il giorno prima avevo già comprato una cover. Sarei un folle a non ammettere che ogni smartphone è più bello al naturale, specie quelli Apple, ma ho un rapporto di amore ed odio con il metallo. Per 3G e 3GS, ad esempio, non mi è neanche venuto in mente di acquistare una custodia e provo la stessa sensazione ogni volta che ho un 5c in mano. Preferisco l'alluminio senza ombra di dubbio, ma nell'uso di tutti i giorni mi dà una sensazione di delicatezza che mal si abbina al mio uso frenetico. In realtà c'è stata una parentesi molo felice in cui adoperavo le eccezionali pellicole full body di Wrapsol, ma l'introduzione del vetro e dei bordi curvi con iPhone 6 ha reso praticamente impossibile creare pellicole come quelle con risultati altrettanto validi, per cui ho ricominciato con le cover.

a-tutto-cover-ip7

Ogni anno ne accumulo più di una dozzina, perché alle volte mi cattura l'idea delle pelle, altre la protezione completa o uno specifico colore. In particolare sto evitando quelle troppo sottili da quando il mio iPhone 6s si è rovinato con una caduta da 1m perché "indossava" una Puro 0.3mm (che non protegge affatto). Nell'immagine qui sopra vedete una parte di quelle che ho per iPhone 7 e 7 Plus, ma ve ne voglio parlare meglio con un video.

Le cover citate in ordine di apparizione:

Maurizio Natali

Titolare e caporedattore di SaggiaMente, è "in rete" da quando ancora non c'era, con un BBS nell'era dei dinosauri informatici. Nel 2009 ha creato questo sito nel tempo libero, ma ora richiede più tempo di quanto ne abbia da offrire. Profondo sostenitore delle giornate di 36 ore, influencer di sé stesso e guru nella pausa pranzo, da anni si abbronza solo con la luce del monitor. Fotografo e videografo per lavoro e passione, seguimi su Instagram