Apple assume lo sviluppatore del plugin di Final Cut per la realtà virtuale

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Alessandro Gambogi, Francesco Polieri.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

L'interesse di Apple verso la realtà aumentata e, in minor modo, per quella virtuale non è mai stato un segreto. In più occasioni, Cook e gli altri membri del consiglio esecutivo di Cupertino ne hanno esaltato gli sviluppi futuri, tanto che i rumor su degli occhiali designed in California si sono fatti sempre più frequenti. In quest'ottica va vista anche l'assunzione di Tim Dashwood, lo sviluppatore dietro 360VR Toolbox, il plugin per Final Cut Pro, Motion, Première Pro e After Effects dedicato alla creazione di video basati sulla realtà virtuale.

La notizia, riportata da 9to5Mac, è stata diffusa dal blog FCP.co. In seguito all'assunzione, Dashwood ha reso il plugin gratuito (prima costava $1.000), anche perché, molto probabilmente, non riceverà più alcun aggiornamento, visto che il suo nuovo ruolo nel team della realtà aumentata di Apple dovrebbe impegnarlo a tempo pieno. Le prime applicazioni della tecnologia AR molto probabilmente faranno capolino in iPhone 8 che dovrebbe essere dotato di una fotocamera frontale con dei sensori per l'elaborazione della profondità delle immagini che, quindi, permetteranno di implementare i contenuti AR.

Elio Franco

Editor - Sono un avvocato esperto in diritto delle nuove tecnologie, codice dell'amministrazione digitale, privacy e sicurezza informatica. Mi piace esplorare i nuovi rami del diritto che nascono in seguito all'evoluzione tecnologica. Patito di videogiochi, ne ho una pila ancora da finire per mancanza di tempo.