La produzione iPhone X non è ancora iniziata, potrebbero accumularsi ritardi

iphone-x-futuro-comincia

Che un gran numero di unità di iPhone X non fossero già pronte era ovvio. Infatti la messa in vendita è fissata per il 3 novembre prossimo, con preordini a partire dal 27 ottobre. Tuttavia, come segnalato da Barron's, l'analista Reymond James di ritorno da un viaggio in Asia, ha indicato che la produzione di massa di iPhone X non è nemmeno iniziata, e ci si ritrova ora con due mesi di ritardo rispetto al cronoprogramma fissata in giugno. La causa principale della dilazione potrebbe derivare dalla scarsità nell'approvvigionamento dei display OLED forniti da Samsung, carenza dovuta ad alcuni problemi di produzione della compagnia sudcoreana.

Secondo le ultime stime la produzione di iPhone X dovrebbe iniziare a metà ottobre, con il risultato che le scorte al lancio potrebbero essere drammaticamente ridotte, e così per i mesi successivi fino al 2018. Insomma, le ultime indiscrezione lasciano presagire una situazione non dissimile da quella che si è creata lo scorso anno con AirPods, con tempi di attesa al lancio di oltre 6 settimane e assenza di unità disponibili in qualunque Apple Store o rivenditore di terze parti.

Simone Sala

Guest Editor - Appassionato di tecnologia, mi piace analizzarne sia gli aspetti tecnici che i risvolti sociali. Sono curioso per natura e cerco sempre di sperimentare le ultime novità in qualsiasi ambito. Collaboro con SaggiaMente dal 2016.