Sapevamo che sarebbe successo: ieri Adobe ha rilasciato quello che sarà l'ultimo aggiornamento per Lightroom 6. Si tratta della versione 6.1.4 del software che non richiede l'abbonamento mensile e che era stato immesso sul mercato nel lontano aprile 2015. Uscito in contemporanea con la versione Creative Cloud, è stato un fedele compagno di quanti non volessero cedere al "noleggio". Ovviamente il software non smetterà di funzionare e potrà essere utilizzato con soddisfazione ancora per lungo tempo, almeno finché non deciderete di cambiare fotocamera con un modello più recente. Questo update porta con sé il supporto ai file RAW delle nuove fotocamere, come le recentissime Panasonic G9 o la Sony Alpha 7R mark III, ma per quelle future (come ad esempio la Panasonic GH5s o la Fujifilm X-H1, per citarne un paio in uscita nel 2018) si dovrà fare affidamento al software di conversione nel formato DNG, che verrà aggiornato costantemente sia per Windows che per Mac. Il 2018, però, sarà un anno molto interessante per questi software di catalogazione e sviluppo, infatti vedremo il nuovo Luminar e probabilmente anche un software analogo a marchio Affinity, oltre ai già rilasciati Capture One 11 e On1 Photo RAW. Con questa notizia come ciliegina sulla torta, la posizione di leadership di Lightroom potrebbe essere messa a dura prova.

Massimiliano Latella

Guest Editor - Fotografo matrimonialista, suono il Basso e la tecnologia è il mio leitmotiv.