La guerra dei cloni di iPhone ora coinvolge anche il notch

Leggi questo articolo grazie alle donazioni di Cesare Munari, Alessio Soraci.
♥ Partecipa anche tu alle donazioni: sostieni SaggiaMente, sostieni le tue passioni!

Il mercato smartphone non è solo Apple e Samsung: ci sono un'infinità di aziende coinvolte, creando un'offerta per tutti i gusti e tutte le tasche. Questo vale a maggior ragione guardando quel che proviene direttamente dalla Cina, dove a nomi celebri anche dalle nostre parti come Huawei, Meizu e Xiaomi si affiancano una moltitudine di realtà minori ma non per questo poco agguerrite. Certo, non tutte si può dire brillino di fantasia e, per quanto in forma minore rispetto al passato, persiste una tendenza a clonare i modelli occidentali più di successo, soprattutto iPhone. Anche X non sfugge a questa regola, con l'arrivo proprio in questi giorni dei suoi primi cloni.

Qui sopra è possibile osservare il LEAGOO S9: a ben guardare, sembra in realtà più l'incrocio tra iPhone X e Galaxy S8. Dal primo riprende il notch, ben evidente nella parte superiore, mentre dal secondo trae più ispirazione per la parte inferiore leggermente rialzata dal bordo. L'omaggio al prodotto Apple lo si rivede in alto a destra, dove sono collocate le principali icone di stato. L'unica variazione concessa è il posizionamento invertito degli indicatori di segnale per rete mobile e Wi-Fi, dandogli un piccolo tocco di differenza. Sul retro, troviamo una scocca in vetro sempre come sul dispositivo di Cupertino e il medesimo collocamento in verticale della doppia fotocamera. Anche qui LEAGOO ha effettuato una distinzione, peraltro non di poco peso: è infatti presente un sensore per le impronte digitali. Facile però intuire che tale presenza sia dovuta al fatto che non è stato possibile ripetere esattamente pure Face ID.

Anche il resto delle caratteristiche è in generale meno esaltante dell'originale. Il SoC incluso è un MediaTek P40, di fascia medio-alta, abbinato però da un generoso quantitativo sia di RAM che di spazio d'archiviazione, rispettivamente 6 e 128 GB. Lo schermo è AMOLED da 5,85", privo di 3D Touch. Il sistema dual camera si compone di due sensori da 16 Megapixel, senza ulteriori dettagli sulle caratteristiche più avanzate. Ovviamente, il sistema operativo preinstallato è Android, con molte probabilità dotato di una forte personalizzazione volta a richiamare iOS come spesso si vede fare negli smartphone cinesi. La migliore notizia è comunque il prezzo: questo LEAGOO S9 si porterà a casa con appena $300. Un modo molto economico per provare la notch experience, naturalmente se si accetta il fatto che non è quella originale.

Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.