Apple sostituisce le batterie di iPhone anche se il test non fallisce

Poco prima delle vacanze, vi abbiamo riferito che Apple ha ammesso di rallentare gli iPhone con le batterie usurate per permettere al dispositivo di coprire quante più ore possibili nell'arco della giornata. Qualche giorno dopo, durante la nostra pausa natalizia, Cupertino ha chiesto scusa per aver peccato di trasparenza, visto che non ha comunicato espressamente all'utente l'implementazione della funzione di risparmio energetico, annunciando uno sconto di 50 € sui prezzi di sostituzione delle batterie fino a fine 2018 e l'introduzione, con un prossimo aggiornamento di iOS, di una interfaccia grafica per il monitoraggio della loro usura.

Questa mattina il blog francese iGeneration (via MacRumors) ha pubblicato una nota di Apple diffusa ad uso interno nei suoi Store, con la quale si comunica di sostituire la batteria di ogni iPhone 6, 6s, SE e 7 presentato al Genius Bar, anche se dovesse passare con successo il test diagnostico. La stessa linea, come ci confermano nostre fonti interne, dovrà essere adottata anche dagli APR, che da oggi possono acquistare le batterie di ricambio da Apple a un prezzo fortemente scontato. L'approccio di Cupertino, quindi, è chiaramente orientato al consumatore, onde evitare la crescita di class action potenzialmente costose e, soprattutto, un danno reputazionale più che devastante.

Elio Franco

Editor - Sono un avvocato esperto in diritto delle nuove tecnologie, codice dell'amministrazione digitale, privacy e sicurezza informatica. Mi piace esplorare i nuovi rami del diritto che nascono in seguito all'evoluzione tecnologica. Patito di videogiochi, ne ho una pila ancora da finire per mancanza di tempo.