1Password prepara la settima versione per Mac e intanto lancia il piano business

Importanti novità in questo periodo per AgileBits e il suo popolare 1Password. La prima è alcuni giorni fa l'annuncio della Beta di 1Password 7 per Mac, ad una settimana di distanza da quella per Windows. La settima versione del software porterà in dote numerose migliorie in pressoché qualsiasi ambito, a partire dall'interfaccia grafica e dall'esperienza d'uso.

Inserita la password master nella consueta schermata iniziale, l'utente verrà accolto da una barra laterale ridisegnata, più moderna ed informativa rispetto alla versione attuale. Un'altra novità correlata proprio a tale barra è il drag and drop, che permette lo spostamento di elementi tra le varie casseforti, con la possibilità di crearne di nuove semplicemente trascinando sull'apposita opzione l'elemento da inserirvi, e volendo anche tra più account utente. Nomi e descrizioni delle casseforti possono essere modificate anche direttamente dalla barra laterale, in maniera rapida.

Tra le altre novità di rilievo si segnalano inoltre il supporto markdown per le note protette, consentendo di applicare vari tipi di formattazione, la possibilità di organizzare gli elementi creando tag nidificati tra loro ed è stata introdotta una visuale ridotta da tenere sempre in primo piano durante l'autenticazione ai singoli servizi. Per migliorare la sicurezza delle password è stata intensificata la collaborazione già avviata col sito Have I been pwned?, con 1Password che segnalerà automaticamente le potenziali compromissioni. Dietro le quinte, l'architettura dell'app è stata rivista condensandola in un singolo processo da eseguire, con maggiore efficienza nell'uso delle risorse, e per i Mac che ne sono dotati è possibile proteggere la password master attraverso la Secure Enclave integrata nel coprocessore T. Infine, è stato introdotto il nuovo font proprietario Courier Prime Bits e l'estensione per Safari è ora direttamente integrata in 1Password, seguendone il medesimo ciclo di rilasci.

In realtà il totale delle migliorie è decisamente maggiore e a giudicare dalle note di rilascio AgileBits ha messo il turbo nello sviluppo, arrivando alla Beta 5 nel giro di pochissimi giorni. 1Password 7 per Mac verrà lanciato nel corso dell'anno e sarà un aggiornamento gratuito per coloro che dispongono di una sottoscrizione attiva all'app; chi invece preferisce la variante a licenza potrà beneficiare di una riduzione che porta il prezzo a $39,99 in luogo dei $64,99 di listino.

Al debutto commerciale in queste ore vi è già invece 1Password Business, una variante pensata per le medie e grandi imprese, che si pone come soluzione intermedia tra il piano Teams per le realtà più piccole e l'Enterprise che prevede funzionalità su misura. Gli amministratori IT avranno la possibilità di esercitare un ampio controllo sui privilegi dei dipendenti nell'uso del servizio, stabilendo i gradi d'accesso in base ai ruoli e ai dispositivi in uso, con modifiche in qualsiasi momento nel caso risultassero necessarie. È inoltre garantita la conformità ai vari standard e regolamenti concernenti la sicurezza dei dati, incluso il noto GDPR che fra alcune settimane entrerà in vigore in Europa. Le attività compiute dai singoli dipendenti possono essere rapidamente controllate attraverso una dashboard dedicata. Tutte le impostazioni possono inoltre essere automatizzate legandole ai domini Active Directory e al servizio di autenticazione enterprise Okta. A tal proposito, 1Password Business supporta sistemi di login a più di due fattori, che si aggiungerebbero alle preesistenti password master e chiavi segrete.

Il nuovo piano Business è già attivabile dagli enti che intendessero farne uso, con una prova gratuita di 30 giorni. Superato tale limite, per continuare ad utilizzarlo si pagheranno $7,99 al mese per utente. Sono previste numerose caratteristiche aggiuntive rispetto 1Password Teams, tra cui un supporto dedicato e soprattutto un benefit per ogni impiegato costituito da una sottoscrizione Families già inclusa nel prezzo.

Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.