Il bug "Black Dot" colpisce indistintamente Android e iOS: come uscirne in attesa dei fix

Abbiamo visto succedersi svariati bug relativi a particolari caratteri che, una volta ricevuti sul proprio dispositivo, causavano potenziali crash di sistema e problemi duraturi per l'applicazione coinvolta almeno fino all'aggiornamento correttivo o alla scoperta di un workaround. Sinora queste falle hanno coinvolto principalmente iOS, causando di volta in volta non poche vicissitudini. Stavolta, invece, prevale un "mal comune mezzo gaudio". Il bug legato alle emoji Unicode di recente scoperta colpisce infatti anche Android.

Anzi, stavolta proprio il robottino verde è stato il primo ad essere coinvolto, dato che AndroidPolice ne ha parlato il 5 maggio scorso. L'estensione del bug anche ad iOS è stata invece accertata nelle ultime ore. Ma in cosa consiste, nello specifico, la problematica? Dietro l'apparentemente innocua stringa composta da un pallino nero racchiuso tra parentesi uncinate, seguito da una mano col dito puntato verso questi, si nascondono in verità migliaia di caratteri invisibili, relativi sia al nostro sistema di scrittura sia a quello arabo, che portano il sistema di rendering al sovraccarico ed infine al crash dell'applicazione. Ovviamente i più colpiti sono i circuiti di messaggistica come WhatsApp ed iMessage, ma qualsiasi applicazione è potenzialmente suscettibile.

Il baco è comune, ma la sua attivazione no: su Android gli effetti negativi non avvengono finché non si preme sul pallino nero, mentre su iOS il blocco avviene dopo la ricezione ripetuta due volte del medesimo messaggio. In attesa dei fix per sistemi operativi ed applicazioni, ci sono comunque delle soluzioni manuali. Per Android è molto semplice, in quanto basta chiudere l'app colpita dal task switcher e potrà essere riaperta in tutta tranquillità, con la sola accortezza di non premere più nuovamente sul pallino. Il discorso è invece un po' più complicato su iOS, soprattutto se viene coinvolta l'app Messaggi, non essendo sufficiente una chiusura e riapertura per sbloccarla né tantomeno un riavvio del terminale. Anche qui, però, nulla di cui preoccuparsi troppo. Basta seguire una procedura, come quella indicata da MacRumors e qui sotto riportata in italiano, per uscirne tranquillamente. Se si dispone di un iPhone con 3D Touch, il workaround si compone dei seguenti passaggi:

  1. Effettuare una chiusura forzata dell'app bloccata, con uno swipe verso l'alto nel task switcher; su iPhone X, questa fase è leggermente diversa, in quanto è richiesta una pressione decisa sull'anteprima dell'app per far comparire un piccolo pulsante rosso col segno -
  2. Applicare una pressione 3D Touch sull'icona di Messaggi e selezionare l'opzione per inviare un nuovo messaggio
  3. Premere su Annulla in alto a sinistra nella schermata di composizione del nuovo messaggio, riportando così all'elenco delle conversazioni
  4. Premere su Modifica, ancora in alto a sinistra, e fare un tap nell'apposita area per selezionare la conversazione problematica, che presenterà un segno di spunta blu a fianco
  5. In alto a destra, premere su Elimina per cancellare la conversazione

In assenza di 3D Touch, il secondo passaggio della procedura soprastante si modifica. Bisogna utilizzare Siri per inviare vari messaggi al contatto da cui si è ricevuta la stringa della discordia, fin quando quel messaggio specifico non compare più a schermo nella conversazione. A quel punto, potremo riaprire l'app Messaggi per procedere coi punti 4 e 5 descritti poc'anzi.

Giovanni "il Razziatore"

Deputy - Ho a che fare con i computer da quando avevo 7 anni. Uso quotidianamente OS X dal 2011, ma non ho abbandonato Windows. Su mobile Android come principale e iOS su iPad. Scrivo su quasi tutto ciò che riguarda la tecnologia.